Il blog di eDreams icon
Il blog di eDreams
  •   5 minuti di lettura

Padova, antica sede universitaria e culla di commerci, ha sempre avuto una particolare predilezione per la cultura, l’arte e la scienza. Una città da percorrere a piedi o in bici, che nasconde numerosissime attrazioni spesso poco note: perché al di là della Cappella degli Scrovegni, dove Giotto ha dipinto uno dei suoi più grandi capolavori, è uno scrigno di tesori tutti da scoprire.

Padova è la meta ideale per un weekend o una breve vacanza e rappresenta una base di partenza perfetta per esplorare altre città del Veneto, come Venezia o Verona, magari noleggiando un auto. Sei curioso di conoscere i musei, i giardini, le chiese, i monumenti che offre la città? Abbiamo scelto per te le 10 cose da vedere assolutamente durante la tua visita a Padova

1. Cappella degli Scrovegni

Se non hai molto tempo a disposizione, non ci sono dubbi: la cosa da vedere assolutamente a Padova è la Cappella degli Scrovegni. Non lasciarti ingannare dalle apparenze dell’edificio: vedendolo da fuori potresti pensare che dentro non ci sia nulla di eccezionale, invece, al suo interno, racchiude il ciclo di affreschi di Giotto, considerato uno dei massimi capolavori dell’arte occidentale.

L’artista decorò la Cappella su incarico del ricco banchiere padovano Enrico degli Scrovegni e ultimò la sua opera in tempi molto brevi: in soli due anni (1303-1305) aveva già decorato tutti gli interni. Ammira il cielo stellato sotto il quale si avvicendano gli episodi della vita di Gioacchino e Anna, Maria e Cristo e, sulla controfacciata, il grandioso Giudizio Universale.

2. Musei Civici di Padova

Chiesa degli Eremitani Padova

A pochi metri dalla Cappella degli Scrovegni, ci sono i Musei Civici di Padova che comprendono il Museo Archeologico e il Museo d’Arte Medievale e Moderna. Si tratta del complesso museale più antico del Veneto e ha sede nei chiostri dell’ex convento dei frati Eremitani.

Il Museo Archeologico conserva importanti reperti di epoca paleoveneta, preromana e romana e una sezione egizia. Il Museo d’Arte Medievale e Moderna raccoglie opere realizzate tra il 1300 e il 1800 dai grandi maestri della pittura italiana, tra cui il famoso Crocifisso di Giotto e capolavori di altri artisti quali il Veronese, Tintoretto e Tiepolo.

3. Basilica di Sant’Antonio

statua equestre al Gattamelata e Basilica di Sant'Antonio Padova

La Basilica di Sant’Antonio da Padova, conosciuta dai padovani come “il Santo”, è una delle chiese più grandi del mondo e uno dei luoghi di culto più frequentati della cristianità. Ogni anno milioni di pellegrini si recano nella basilica per vedere le reliquie e la tomba del santo in essa custoditi. 

La prima cosa che noterai all’esterno della basilica è la presenza di diversi stili architettonici, dovuti ai vari interventi che si sono susseguiti: la facciata romanica, i contrafforti in stile gotico, le otto cupole in stile bizantino e i due campanili in stile orientale. Al suo interno si trovano la Cappella del Gattamelata, la Cappella di San Giacomo e quella della Crocifissione. In piazza del Santo da non perdere il monumento equestre al Gattamelata di Donatello.

4. Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta

piazza delle Erbe Padova

Se sei alla ricerca di un prodotto specifico o semplicemente incuriosito dalla vita pulsante di Padova non puoi perderti i mercati principali della città. Piazza delle Erbe è sede del tradizionale mercato cittadino, frequentatissimo dai padovani, dove è possibile acquistare di tutto, dalle eccellenze alimentari venete, ai fiori e piante e anche prodotti etnici. 

Alle spalle di piazza delle Erbe, divisa dal Palazzo della Ragione, si trova Piazza dei Frutti. Questa piazza ospita un mercato in cui si vendono soprattutto articoli di abbigliamento e prodotti non alimentari. Le due piazze sono unite da un portico noto come “Volto della Corda”. Qui i commercianti padovani che imbrogliavano, i bugiardi e i debitori venivano colpiti sulla schiena con una corda. L’angolo sotto al Volto della Corda, invece, viene chiamato “Canton delle busie” (angolo delle bugie) perché qui i commercianti tenevano le loro trattative.

5. Palazzo della Ragione

Palazzo della Ragione Padova

Prova ad entrare nel Palazzo della Ragione e rimarrai a bocca aperta! Questo edificio ospitava i tribunali cittadini di Padova ed è uno dei più grandi ambienti coperti d’Italia. Nel “Salone”, potrai osservare l’immensa copertura a forma di carena di nave rovesciata e le pareti affrescate, divise in 12 sezioni, rappresentanti i mesi dell’anno e i segni zodiacali. 

Qui è conservato anche un gigantesco cavallo di legno, noto come Cavallo di Donatello, anche se l’attribuzione allo scultore è erronea. Molto suggestivo è anche il porticato sopraelevato da cui potrai godere di una splendida vista di Piazza delle Erbe.

6. Piazza dei Signori e Torre dell’orologio

piazza dei Signori e Torre dell'orologio Padova

Piazza dei Signori è il salotto cittadino per eccellenza. Il nome deriva dal Palazzo della Signoria dei Carraresi, gli antichi signori di Padova. Passeggiando nel centro della piazza non potrai non notare la Torre dell’orologio, uno dei luoghi più rappresentativi della città e una delle cose da vedere assolutamente a Padova. 

Questo orologio astronomico non segna solo le ore ma anche i giorni, i mesi, i segni zodiacali, le fasi lunari e i moti dei pianeti! Se sei della bilancia e guardi il quadrante in cerca del tuo segno purtroppo non lo troverai. Secondo la leggenda, il segno non fu inserito per ripicca dell’artigiano: non avendo ricevuto la paga pattuita dai suoi committenti, decise di rimuovere la bilancia, simbolo di (mancata) giustizia.

7. Prato della Valle

Prato della Valle Padova

Prato della Valle è un must assolutamente da non perdere durante la tua visita a Padova. Con quasi 90.000 metri di estensione è la piazza più grande di Padova e una delle piazze più grandi d’Europa, seconda solo alla Piazza Rossa di Mosca!  

Al centro sorge un’isola ellittica, chiamata isola Memmia, in onore del suo committente e circondata da un canale e una doppia fila di 78 statue in pietra. Passeggia davanti ai busti dei personaggi celebri della storia di Padova come Tasso, Mantegna, Ariosto, Petrarca, Galilei, Canova stesso e Antenore, che, secondo il mito, fu il fondatore della città.   

8. Palazzo del Bo e teatro anatomico

Palazzo del Bo Padova

L’Università di Padova è una delle più antiche e prestigiose in Italia e nel mondo; non c’è da stupirsi, quindi, se alcune delle cose da vedere in città sono nascoste proprio in questo edificio. Dal 1222 nelle aule di Palazzo del Bo si sono formati Galileo Galilei, Niccolò Copernico, Leon Battista Alberti e altre personalità illustri del mondo scientifico.

Sono due le attrazioni principali che potrai ammirare qui: il Teatro Anatomico e la Cattedra di Galileo Galilei. Il Teatro, inaugurato nel 1595, è costruito in legno di noce e caratterizzato da una forma ellittica a cono rovesciato che dall’alto consentiva a oltre 200 studenti una visione perfetta. Nella Sala dei Quaranta, invece, si trova la cattedra da cui Galileo insegnò matematica e fisica dal 1592 al 1610.

9. Orto botanico di Padova

orto botanico di Padova

Se sei un appassionato di piante questo è il posto che fa per te! Fondato nel 1545, l’Orto botanico di Padova è il più antico del mondo e dal 1997 rientra nella lista dei patrimoni dell’UNESCO. Una superficie di oltre 22.000 metri quadri che ospita più di 6000 piante coltivate con ben 3500 specie differenti! Quali piante potrai ammirare qui? Piante medicinali e velenose, piante insettivore, una delle prime magnolie sempreverdi, un cedro dell’Himalaya, una metasequoia che può raggiungere i 35 metri d’altezza e tante altre. 

10. Bere uno spritz

spritz

Lo spritz a Padova è un vero e proprio cult! Non puoi lasciare la città senza aver prima assaggiato questa bevanda ormai famosa in tutto il mondo. Tutti i giorni prima di pranzo o nel tardo pomeriggio studenti, turisti e gli stessi padovani si ritrovano nelle piazze principali o nelle vie adiacenti per sorseggiare questo aperitivo, accompagnato da stuzzichini. 

Puoi degustare lo spritz in uno dei tanti bar delle piazze di Padova (Piazza delle Erbe, Piazza dei Frutti, Piazza dei Signori) o del Ghetto. Uno dei più famosi è il bar Nazionale, una vera e propria istituzione in città. Qui non solo potrai bere uno spritz a regola d’arte, ma anche assaggiare i leggendari tramezzini scaldati sulla piastra. Buon appetito!

Ora che ti abbiamo dato più di un motivo per visitare Padova, ti è venuta voglia di partire?

Come raggiungere Padova

Puoi raggiungere facilmente da Padova dalle principali destinazioni turistiche del Veneto: dall’Aeroporto Internazionale Marco Polo di Venezia, dall’aeroporto di Treviso o da quello di Verona

Le principali compagnie aeree con destinazione Venezia sono Alitalia e Easyjet, con destinazione Verona sono Ryanair e Neos Spa e con destinazione Treviso sono Ryanair e Wizz Air.


footer logo
Fatto con per te